Meglio la barca o il gommone?

21 aprile 2018 notizie tecniche
 Meglio la barca o il gommone?

… Io preferisco andare per mare


Una domanda che mi viene posta spesso, da chi si approccia per la prima volta alla nautuca in procinto di acquistare la loro prima barca o gommone, è proprio questa:

Mi consigli un gommone o una barca?

Dispensare consigli non è certo il mio lavoro e oltretutto su un tema come questo che ritengo sia estremamente soggettivo e deve essere contestualizzato, quindi mi trovo a fare delle semplici valutazioni.

Inutile dire, che se un cliente vuole andare in barca a vela, non gli si pone nemmeno il dilemma, e quindi l’argomento è dedicato alla navigazione a motore.

Potrei scrivere cose non precise sotto l’aspetto  tecnico, e questo lo faccio per il semplice fattore che se una persona ha già le idee chiare, è del tutto inutile una delucidazione che entra nei particolari.

Quindi voglio spostare l’attenzione non più su che cosa comprare, ma come tu vorrai andare per mare.

Prenderò in considerazione natanti che misurino tra i 5 ed i 6 metri.

 

Iniziamo dalle caratteristiche oggettive.

LARGHEZZA:

A parità di larghezza fuori tutto, si deve tenere presente che il gommone avendo i tubolari, avrà una larghezza interna inferiore.
Pensa che in queste misure un tubolare ha un diametro di poco superiore ai 50cm che moltiplicato per i due lati, ne risulta un metro abbondante, mentre le murate delle barche di queste misure difficilmente superano i 20cm per lato.

È si vero che sul tubolare ti ci puoi sedere e quindi sfruttare tutto, ma di certo non si può dire che siano posti a sedere o piccoli prendisoli.

Quindi in larghezza interna vince la barca

 

LUNGHEZZA:

Posso fare un copia incolla di quello scritto sopra, in quanto come sui lati, anche a poppa e prua abbiamo lo stesso risultato.

Quindi in lunghezza interna vince la barca

 

PESO:

Ribadisco che sto confrontando due mezzi di circa 5/6 metri.

Considerando che la parte pesante è la parte in vetroresina e non i tubolari, è ovvio che se vuoi un mezzo più leggero la scelta cade sul gommone. Può pesare da un 20 ad un 40% in meno rispetto alla barca

Quindi in leggerezza vince il gommone.

 

PERFORMANCE:

Considerando che le prestazioni di qualsiasi mezzo in acqua e non solo, dipendono in modo importante anche dal rapporto tra peso e potenza, il fatto di pesare meno a parità di cavalli installati gioca a favore del gommone.

Quindi in performance vince il gommone.

 

PREZZO:

Considerando i soli listini prezzi al pubblico che sono comunque un buon indice per capire molte cose, scopri che i gommoni costano tendenzialmente un 20% in più rispetto alle barche.

Anche qui faccio una piccola precisazione, cioè che per gommoni prendo in considerazione i battelli in vetroresina e neoprene.
Il fatto che ci sia nell’immaginario comune la questione che il gommone costa meno, deriva solo dal fatto che in passato i gommoni erano i primi mezzi nautici messi a disposizione dei non ricchi. Infatti esistevano, e parlo degli anni 70/80, barche da lavoro, barche a vela, e barche a motore che partivano dai 6 metri.

In quegli anni con la patente a 25 cavalli e complice il boom economico di ventanni prima, le persone si avvicinavano alla nautica partendo proprio dal gommone siccome era smontabile e caricabile facilemtne sul tetto della macchia, oltre ad avere un prezzo d’ingresso alla nautica migliore.

Ora tutto questo non è quasi più possibile. Non si vedono auto con il porta tutto e un gommone quasi da nessuna parte.

I gommoni moderni poi hanno una struttura molto complessa.

Infatti, tornando alla questione del budget per l’acquisto, il fatto che la barca costi meno è dettata dalla minore complessita di costruzione.

I gommoni moderni hanno una struttura uguale o simile a quella di una barca, infatti molti potrebbero navigare anche senza tubolari.
Con questo ti sto dicendo che chi costruisce un gommone, deve sia produrre uno scafo completo ed in più i tubolari che sono fatti in modo artigianale.


Quindi in economicità di acquisto vince la Barca

 

TRASPORTO PERSONE:

Le omologazioni per il trasporto di persone vengono rilasciate da enti certificatori che per fare la prova mettono fisicamente, o in base a calcoli specifici, le persone ipoteticamente imbarcabili, tutte su un lato.

In base allo sbandamento, e quindi all’inclinazione, viene decretato il numero di persone trasportabili.

Qui l’ho fatta molto semplice senza tirare in ballo la normativa CE che prende in considerazione molti altri fattori, ma di base lo sbandamento è un parametro fondamentale.

Il fatto che sui lati del gommone ci siano tubolari gonfi di aria, impadisce a questo mezzo di sbandare (inclinarsi) e quindi, di norma il gommone porta più persone rispetto alla barca.


Quindi in persone trasportabili vince il gommone

 

 

ANGOLO DI CARENA RUOTA DI PRUA:


Qui inizio andare sul difficile, non tanto perchè penso che tu non capisca, ma è veramente difficile fare una valutazione su questo tema.

In teoria, se entro nell’acqua con un angolo molto stretto, ho un impatto minore in quanto penetro meglio.

Questa caratteristica è più facile da trovare sullo scafo di un gommone che di una barca.

La questione è che i costruttori di gommoni, possono studiare carene molto taglienti, dovendosi preoccupare meno che la parte anteriore possa infilarsi nell’onda.

La cosa accade siccome il gommone ha il tubolare anche su tutta la prua e quindi in caso di impatto con l’acqua, il tubolare reagirà facendo da cuscino galleggiante.

I costruttori di barca, d’altra parte, devono pensare a fare galleggiare la parte anteriore in tutte le condizioni. Non avendo un tubolare di sostegno sono costretti ad utilizzare un angolo meno acuto per dare più portanza.

Entrambi i produttori hanno adottato soluzioni diverse per ottenere il massimo comfort a bordo in navigaszione, chi alzando la prua, chi inserendo dei redan sulla carena, chi cambiando angolo di chiglia sulla poppa vicino al motore, o chi un mix di tutto questo  e magari altro ancora.

Concludendo, mi è quasi impossibile decretare se il comfort sia a favore di gommone o di una barca siccome hanno due modi di navigare diverso.

 

Come detto all’inizio per concludere questo spinoso argomento, vorrei ti concentrassi sulla migliore scelta per te.

Valuta, se la cosa più importante è per te lo spazio a bordo, oppure le performance, oppure il peso siccome vuoi trainare, oppure, quello che ritieni più importante per te degli argomenti che ho toccato.

Una volta terminata la tua valutazione, avrai le idee più chiare per capire quale il modo migliore per te, in questo momento, di andare per mare.

 

Ho realizzato anche un video sul tema:

 

altre news in notizie tecniche

titolo

La pesca a Gennaio

da nauticareport.i t   Anno nuovo, vita nuova. Però sul fronte pesca questo non porta grossi cambiamenti...
titolo

La pesca a novembre

Novembre è un mese magico per la pesca. O meglio, sarebbe un ottimo periodo… Purtroppo la possibilità di sfruttarlo...

ultimora

Cosa dicono di noi

  • Alessandro A.

    Abbiamo appena concluso una permuta fra due imbarcazioni a vela che si profilava abbastanza complessa, visti i molteplici attori coinvolti, in modo eccellente e rapido (anche per il periodo in cui è avvenuta, agosto). Grande professionalità e 'sana leggerezza'; ancora un grazie ad Alessio e Tommaso.
  • Andrea B.

    Abbiamo concluso una vendita in pochissimo tempo, nautica elbana ha dimostrato competenza, professionalità ma soprattutto grande correttezza. Bravissimi!
  • STEFANO D.

    ABBIAMO ACQUISTATO UN KEY LARGO. PERSONE COMPETENTI E DISPONIBILI SIA PRIMA CHE DOPO LA VENDITA.